Riparte la programmazione di Public Program, la piattaforma di incontri aperti al pubblico nata dalla collaborazione tra GAMeC e Accademia di Belle Arti G. Carrara di Bergamo, che per questo ciclo vede la partecipazione di BergamoScienza e Lab80.

In occasione della mostra Black Hole. Arte e matericità tra Informe e Invisibile il programma verterà sui temi della materia e del rapporto tra arti visive e scienza. Incontri d’eccezione con importanti personalità del panorama scientifico e artistico accompagneranno il pubblico alla scoperta dei temi indagati dagli autori presenti in mostra, da Auguste Rodin ad Alberto Giacometti, da Jean Dubuffet ad Anish Kapoor.

CALENDARIO INCONTRI

24 ottobre, ore 19:00
La materia tra Informale e informe
Conferenza di Elio Grazioli
Docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Università degli Studi di Bergamo e  all’Accademia di Belle Arti G. Carrara

Elio Grazioli tratterà l’Informale, movimento artistico che ha sancito l’entrata diretta della materia in arte.
Durante l’incontro verranno analizzate le ricerche di alcuni dei maggiori esponenti del movimento, e  sarà presa in esame l’interpretazione emersa recentemente dalla ripresa che alcuni autori hanno fatto della nozione di “informe” di Georges Bataille, che ha sollevato nuove questioni e aggiunto un tassello importante anche nella rilettura dell’Informale.
Sede: GAMeC, Spazio ParolaImmagine

 

7 novembre, ore 18:00
Incontro con Evelina Domnitch & Dmitry Gelfand
Artisti

Lo Spazio ParolaImmagine della GAMeC ospiterà gli artisti Evelina Domnitch e Dmitry Gelfand, autori della suggestiva installazione ER=EPR (2017-2018) ospitata nello Spazio Zero della GAMeC nell’ambito di Meru Art*Science Research Program, il nuovo programma di ricerca interdisciplinare ideato dalla Galleria in collaborazione con la Fondazione Meru – Medolago Ruggeri per la ricerca biomedica e BergamoScienza con l’intento di sostenere e promuovere il dialogo fra arte e scienza.
L’incontro sarà moderato da Anna Daneri – curatrice, Fondazione Meru, e Claudia D’Alonzo – ricercatrice, curatrice e docente dell’Accademia di belle arti G. Carrara, a conclusione di un workshop condotto dagli artisti e rivolto agli studenti dell’Accademia di belle arti G. Carrara.

Per l’occasione, dalle 17:30 alle 18:00 sarà possibile accedere gratuitamente allo Spazio Zero della GAMeC per poter osservare l’installazione prima della conferenza. Conservando il biglietto d’ingresso, inoltre, i partecipanti all’evento potranno tornare a visitare la mostra Black Hole. Arte e matericità tra Informe e Invisibile a prezzo ridotto (€ 6,00 – Entro il 6 gennaio 2019).

 

9 novembre, ore 10:30
Incontro con Luca Pozzi
Artista

Le aule dell’Accademia ospiteranno The Messages of gravity, una lecture-performance ideata dall’artista Luca Pozzi sulla base di una serie di corrispondenze multi-disciplinari provenienti da ricerche di Fisica Teorica (Gravità Quantistica), Astronomia (Cosmologia Multi-Messagera), Fisica delle Particelle (Modello Standard) e Storia dell’Arte.
Nell’ambito di una conversazione con Claudio Musso – critico d’arte e curatore indipendente – l’artista presenterà il lavoro appositamente pensato in relazione alla mostra alla GAMeC, aperta al pubblico fino al prossimo 6 gennaio: un contributo composto da un articolato apparato visivo di slides, animazioni e video che mescola passato, presente e futuro teletrasportando idealmente il pubblico oltre l’orizzonte degli eventi di un gigantesco buco nero.

 

27 novembre, ore 21:00
Proiezione del film “Il senso della bellezza”
Sede: Auditorium di Piazza Libertà

18 dicembre, ore 21:00
Proiezione del film “Almost Nothing – CERN: Experimental City”
L’autrice Anna de Manicor sarà presente alla serata
Sede: Auditorium di Piazza Libertà