Dal 1 dicembre 2015 al 24 gennaio 2016 la GAMeC è lieta di presentare la  settima edizione di Artists’ Film International, un progetto nato da un’iniziativa della Whitechapel Gallery di Londra che quest’anno vede la collaborazione di 13 importanti istituzioni internazionali.

Come nelle precedenti edizioni del progetto, ciascuna istituzione è stata invitata a segnalare un artista del proprio Paese e a presentare il suo lavoro attraverso una selezione di opere che vedono nell’uso dell’immagine in movimento il mezzo privilegiato.
Il tema comune a tutti i video presentati è il potere, nelle sue connotazioni più ampie e diversificate.

Questa la lista degli artisti e delle istituzioni coinvolti per questa edizione:

Vahap Avşar/ Istanbul Modern, Turchia
Eduardo Basualdo/ Fundación Proa, Buenos Aires, Argentina
Tanya Busse ed Emilija Skarnulyte/ Tromsø Kunstforening, Norvegia
Lee Kai Chung/ Para/Site, Hong Kong
Srdjan Keca/ Belgrade Cultural Centre, Serbia
Tran Luong/ Hanoi DOCLAB, Vietnam
Brigid McCaffrey/ Ballroom Marfa, Texas, U.S.A.
Karen Mirza e Brad Butler/ Whitechapel Gallery, London, UK
Pallavi Paul/ Project 88, Mumbai, India
Yama Rahimi/ CCAA -Center for Contemporary Arts, Afghanistan
Anatoly Shuravlev/ Video-Forum of Neuer Berliner Kunstverein, Berlino, Germania
Diego Tonus/ GAMeC, Bergamo
Piotr Wysocki e Dominik Jałowiński/ Museum of Modern Art in Warsaw, Polonia

Anche in questa occasione la rassegna ospita video, film e animazioni provenienti da contesti culturali diversi, così da ottenere una selezione di quello che è ormai un medium globale con cui gli artisti raccontano la propria e la nostra realtà usando linguaggi diversi come il documentario e la finzione, e registri che spaziano dalla poesia alla critica sociale.

Alla GAMeC, la settima edizione di Artists’ Film International si apre con la proiezione del video dell’artista selezionato dal museo – Speculative Speeches (Workers of the World – Relax), 2012, di Diego Tonus  – che resterà in visione fino a lunedì 7 dicembre; nelle settimane successive, fino al 17 gennaio, saranno presentati i video proposti dalle altre presentati istituzioni.

Speculative Speeches (Workers of the World – Relax) è un film basato su dialoghi utilizzati dall’artista come esercizi per sviluppare il potere della sua voce. Nel film Diego Tonus si esercita utilizzando differenti tonalità, ritmi e impostazioni, investigando le potenzialità della voce, per studiare le modalità con cui è possibile raggiungere ed influenzare un pubblico in contesti come presentazioni, lezioni, discorsi pubblici o conferenze, per citare alcuni esempi. Il lavoro, che è basato su riprese in uno studio di registrazione audio, mostra come Tonus esercita la voce attraverso errori, ripetizioni e correzioni usando questi ultimi come strumenti per svelare e rendere noti dei contenuti legati ad una speculazione personalmente vissuta. Speculative Speeches (Workers of the World – Relax) è un film basato su registrazioni telefoniche realmente avvenute.