La GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo è impegnata sin dal 1991 nello sviluppo e nella promozione delle arti del XX e XXI secolo.

Arte per tutti è la parola d’ordine alla base dell’attività dei Servizi Educativi del museo, da oltre vent’anni presenti sul territorio con offerte diversificate basate sul principio dell’accoglienza. Vogliamo essere un luogo di confronto, di scambio, di approfondimento, di integrazione culturale e di inclusione sociale aperto a tutti: famiglie, adulti, ragazzi, bambini, anziani, migranti, studenti, studiosi, turisti e tutti coloro che sono semplicemente curiosi, sostenendo percorsi di partecipazione attiva a processi creativi.

Le attività proposte dai Servizi Educativi includono laboratori operativi rivolti ai più piccoli, progetti e workshop per le scuole di ogni ordine e grado, incontri di approfondimento per associazioni e biblioteche, corsi e percorsi per adulti, famiglie, anziani, occasioni di formazione per docenti, laboratori per bambini e ragazzi. Numerosi i progetti attivati per i pubblici speciali, molti dei quali di lunga data: dalla Casa Circondariale, all’Unione Ciechi, dalle associazioni che operano nel campo della disabilità, ai migranti e ai profughi.

Gli Educatori
Davide Albanese, Valeria Angelini, Manuela Bandini, Marta Begna, Alessandra Beltrami, Emanuela Benedetti, Oscar Biffi, Marco Bombardieri, Laura Bruletti, Rita Ceresoli, Alberta Colombo, Roberta Cortesi, Chiara De Leo, Laura Di Bella, Daniela Di Gennaro, Lucia Dondossola, Francesca Ferrandi, Francesca Frosio, Chiara Giupponi, Clara Luiselli, Maddalena Lusso, Daniela Mancia, Nadia Mangili, Irina Marieni Saredo, Camilla Marinoni, Giada Massaro, Luisa Graziella Mastrogiacomo, Alessandra Rizzi, Anna Maria Spreafico, Mattia Tartaglia, Sabrina Tomasoni, Sara Tonelli, Anna Zanga, Elena Zilio

Gli spazi
Se il rapporto diretto con le opere d’arte è l’anima di ogni nostra attività è altrettanto vero che sono necessari spazi aperti alla sperimentazione, senza paura: per questo è nato lo Spazio Ordine Disordine, laboratorio che vuole essere luogo di creatività, manipolazione, progettazione, fucine di idee e atelier pittorici, sempre fornitissimi dei materiali più vari per sollecitare i bambini con gli “attrezzi d’artista” più convenzionali, ma anche con strumenti di lavoro insoliti, interessanti per la costruzione di nuove esperienze.